Biografia

Comincia la sua carriera nel cinema nel 2003, lavorando come assistente camera su cortometraggi e videoclip musicali.

mirco_sgarzi_1Pochi anni dopo comincia a lavorare come operatore di ripresa per produzioni televisive, operando per Sky, RAI e Mediaset. Lavora al programma “RT – Rotocalco Televisivo” di Enzo Biagi e comincia a curare la fotografia di alcuni documentari per RAI Educational.

Nel 2007 comincia ad essere ingaggiato nel ruolo di direttore della fotografia in svariati cortometraggi e videoclip musicali, cominciando ad ottenere riconoscimenti in festival nazionali.

Nel 2008 vola a Los Angeles per curare la fotografia del suo primo lungometraggio “House of Flesh Mannequins” di Domiziano Cristopharo, con il quale conquista anche il premio Miglior Fotografia al Festival delle Arti di Roma.

mirco_sgarzi_2Durante la sua permanenza negli States, collabora con il regista Pat Battistini e conosce il produttore Domiziano Arcangeli, che gli affida la fotografia del film “Orgy of the Damned” diretto da Creep Creepersin. Il film gli vale il prestigioso premio come Miglior Fotografia allo United International Film Festival di Hollywood.

Rientrato in Italia, continua a firmare la fotografia in numerosi cortometraggi, acclamati dalla critica del settore e vincitori di premi a livello nazionale ed internazionale.

Tra i titoli da lui firmati: “Eroico Furore” di Francesco Afro de Falco, “32” e “Ultracorpo” di Michele Pastrello.

Nell’estate del 2009 lavora con Paolo Fazzini, fotografando il lungometraggio “Mad in Italy“.

mirco_sgarzi_3Nel 2012 fonda il portale di informazione Indipendenti dal Cinema, interamente dedicato al cinema indipendente.

Dal 2013 è membro della prestigiosa AIC (Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica) e IMAGO (Federazione Europea dei Direttori della Fotografia).

Negli ultimi anni, comincia anche l’attività di insegnamento tenendo corsi in Italia e a Malta, insegnando principalmente in inglese.

palmares_premi_MS

BiografiaMirco Sgarzi